ARCHIVIO INCONTRI

spudorate/1
talenti occultati

Abbiamo creduto per molto tempo che la storia fosse inevitabilmente costellata da uomini perché le strutture del potere non consentivano l'accesso alle donne nella vita pubblica e artistica. La verità, però, è che non furono poche (o singoli casi sporadici ed eroici) le donne che fondarono, parteciparono e crearono grandi movimenti di potere, rivendicazione e di rottura.
La trascrizione della storia, anche della Storia dell'Arte, continua ad oscurarle, a riprodurre una linea editoriale servile ad un certo assetto culturale e non un altro.
Il ciclo di tre incontri a cura di Federica Alba Di Raimondo, che si svolgerà al Museo Diocesano, a partire da SABATO 10 FEBBRAIO alle 18:30, espande lo sguardo, cambiando inevitabilmente il panorama e le sue possibilità. A partire dalla fotografia contemporanea, e poi dalla critica, fino alla letteratura, SPUDORATE - TALENTI OCCULTATI, restituisce visibilità e spazio all'arte senza privilegi.
Vi aspettiamo numerosi poiché maneggiare saperi così preziosi è fondamentale in tempi così controversi: ogni conflitto, ogni sistema di dominio, ha un fronte culturale da riparare.

Il progetto è curato e tenuto da Federica Alba Di Raimondo.

___________
N° 4 incontri a tema
90 minuti a incontro (a partire dalle ore 18,30)
___________
Calendario

10 febbraio 2024

10 marzo 2024

27 aprile 2024

___________
CONTRIBUTO
incontro singolo € 5,00
___________

spudorate/2
talenti occultati

Attraverseremo a breve l'8 Marzo, la giornata internazionale (dei diritti) delle donne, che viene erroneamente definita Festa delle donna. Trasformare una riflessione in una festa non disinnesca di per sé la sua carica rivoluzionaria, tuttavia sopprime il presupposto centrale di questa ricorrenza simbolica: non manifestare la libertà stentata al regime del calendario, ma considerare lo stato delle libertà, delle discriminazioni, del potere e delle sue rappresentazioni. La memoria non ricorda solo il processo storico che ha condotto a certe possibilità, ma ricorda a noi, oggi, lo stato di salute dell'emancipazione di tutt*. La funzione della memoria risiede, sempre, nel presente. Non serve certo alla commemorazione acritica del passato.
Questo secondo appuntamento di Spudorate, che si terrà domenica 10 Marzo presso la Quadreria del  Museo Diocesano alle 18:30, muove ancora dalla consapevolezza di guardare l'arte con uno sguardo complessivo. Quello che è urgente, oggi, non è passare il testimone anche alle donne, ma restituire loro lo spazio e la visibilità sottratta.
L'eccezionalità delle donne famose nel campo artistico è strettamente collegata al presupposto misogino che ne fa degli esempi preziosi e fisiologicamente rari.
Escluse quasi tutte, emergono a distanza di secoli come sporadici ritratti che frammentano la portata reale della produzione culturale collettiva.
Le donne, private della possibilità di studiare e viaggiare, di scegliere cosa leggere e persino di fare esperienza, hanno creato moltissimo, con il talento estratto dall'immaginazione e dal tempo che possedevano.
Questa visione d'insieme va mostrata nella sua interezza, per riparare ad una storia costellata di ombre: le loro.

Il progetto è curato e tenuto da Federica Alba Di Raimondo.

___________
N° 4 incontri a tema
90 minuti a incontro (a partire dalle ore 18,30)
___________
Calendario

10 febbraio 2024

10 marzo 2024

27 aprile 2024

___________
CONTRIBUTO
incontro singolo € 5,00
___________

info e prenotazione

e-mail: info@museodiocesanocaltagirone.it
cell.: FABIO 3917793320
FB:  Museo Diocesano Caltagirone